La decima edizione de “La Rocca delle Arti” si è appena  conclusa  riconfermandosi evento catalizzatore del suo genere.

 

Infatti anche quest’anno la manifestazione ha registrato un nuovo record di presenze, circa novemila visitatori , che hanno partecipato alla mostra  tenutasi dal 22 al 24 Agosto, avente come palcoscenico naturale Roccagloriosa, con i suoi vicoli caratteristici.

 

Ed  e’  lungo questi vicoli che si sono snodati percorsi culturali, artistici ed enogastronomici, per quella  che ha voluto mostrarsi come una vetrina delle eccellenze territoriali.

 

Qui artisti ed artigiani hanno esposto i loro lavori,con mostre di pittura, lavorazioni in legno, pietra, e a susseguirsi  altre forme di artigianato cilentano.

 

Tra le novità della decima edizione il suggestivo spettacolo dei “Tableaux Vivants”,rappresentato dalla compagnia teatrale di Ludovica Rambelli.la performance ha affascinato  il pubblico facendo rivivere le tele di Caravaggio ,utilizzando solo  oggetti di uso comune e stoffe .

 

Suggestivo anche il lavoro dell’associazione“Teatraria 84060 Arti Visive”, con la mostra denominata “E-sposi-zioni” con la quale si e’ voluto  rendere  omaggio  a Francesco Arena, famoso stilista del posto , esponendo alcune delle sue creazioni, ed ancora la mostra fotografica dei matrimoni del passato,  lo “scherzo teatrale”, uno spettacolo divertente e originale ,dove gli attori hanno mandato in scena un momento di vita divertendo gli avventori.

 

Notevole successo hanno avuto anche  i laboratori:

-la cottura di ceramica RAKU, di Gennaro Ricco e Mauro Donegà,

- di Pittura a cura di Cesare Siboni,

- Tornio a cura di Domenico Pepe,

- Scultura a cura di Emanuele Stifano,

- Ceramica e Mosaico a cura dell’associazione artefatti.

 

La sera del 23 Agosto  si è tenuto l’appuntamento con l’osservazione della sfera celeste grazie all’intervento dell’Associazione Astrofili.

 

Irrinunciabili gli artisti di strada ,che grazie ai loro spettacoli e alle loro esilaranti esibizioni, hanno affascinato e  divertito grandi e piccini.

 

Durante le tre serate e’ stato possibile visitare anche i due musei archeologici,dove l’archeologa Alice Capobianco ha impersonato la principessa Fistelia,raccontando usi e costumi dell’antico popolo dei lucani che qui abitarono ,Annamaria Tripari Archeologa di Roccagloriosa ha invece riferito sulla storia degli scavi archeologici susseguiti nel corso degli anni,ed infine Sara Cammarosano,orafa e stilista,ha illustrato gli “ori” ritrovati durante le campagne di scavi.

 

Naturalmente non poteva mancare il momento culinario,con i “cavatelli”,pasta fatta a mano tipica del luogo,gli assaggi di oli e  di miele, prodotti di imprese locali,  la degustazione di vini , la "ciauredda" piu' nota come "ciambotta" ,fatta con verdure.

 

La “Rocca delle Arti” vi rinnova l’appuntamento per l’anno prossimo , con molte novita’ ma con la stessa magica ed accogliente atmosfera.

 

ALCUNE IMMAGINI DELLA MANIFESTAZIONE